Siena-Scandicci Tappa 3

LOCALITA VISITATE:

Abbadia Isola (SI), Le Caldane (SI), Ciclovia Colle-Poggibonsi (SI), Fonte delle Fate (SI), Poggio Imperiale (SI), Castello della Magione (SI), Castello di Strozzavolpe (SI), San Martino a Luco (SI), Barberino Val d’Elsa (FI).

 Tappa 2

Questa è la Terza Tappa del tour Scandicci-Siena-Scandicci.

Ultimo giorno del Tour, partenza dal Camping alle ore 7:30, breve sosta per la colazione e pedaliamo in direzione Nord-Ovest, attraversando il borgo di Uopini e oltrepassando le Badesse.

Percorriamo la strada che costeggia il Torrente Staggia immersa nel bosco, a distanza  notiamo le torri dell’imponente Castello di Monteriggioni, che non visitiamo per scelta, avendolo visto molte volte; dalla colonna di Monteriggioni percorriamo un tratto della Via Francigena non molto fangoso, anche se le piogge di ieri facevano pensare altro; dopo circa 2,5 km arriviamo ad Abbadia Isola risalente al XI secolo; Nel castello di Borgonuovo, cosi chiamato in origine, vi fece tappa Sigerico di Canterbury di ritorno da Roma percorrendo la Via Francigena.

L’Abbazia e molto austera e semplice ma non priva di fascino, il chiostro del monastero é in ristrutturazione ed è in corso uno scavo archeologico; il borgo fortificato è piccolo ma suggestivo, l’ostello ospita molti pellegrini che percorrono la VF.

Ripartiamo alla volta delle Caldane (Terme Etrusco-Romane) nei pressi di Gracciano, la temperatura fresca non ci permette di bagnarsi nelle sue acque limpide; da qui arriviamo a Colle Val d’Elsa dove nella piazza Arnolfo di Cambio stava per iniziare l’esposizione di auto d’epoca; dopo una breve pausa, ripartiamo seguendo la Ciclabile Colle-Poggibonsi costruita sulla ex Ferrovia, dove incrociamo numerosi ciclisti e pedoni.

Arrivati a Poggibonsi, attraversiamo il centro storico e ci dirigiamo alla Fonte delle Fate, situata ai piedi Poggio Imperiale, dove hanno ricostruito un villaggio a capanne stile Medievale; quà e là si notano i resti dell’antica cittadina costruita sull’altopiano; la cinta muraria della fortezza medicea è quasi intatta e in alcuni punti coperta da vegetazione che non le rende giustizia.

Scendiamo verso il Torrente Staggia dove troviamo la ciclabile Poggibonsi-Staggia che ci accompagna al Castello della Magione, anche questo come Abbadia Isola usato come “Spedale” per i Pellegrini della VF, in precedenza è appartenuto ai cavalieri Templari, adesso

è sede magistrale dell’associazione di fedeli; Milizia del Tempio – Ordine dei poveri Cavalieri di Cristo.

Il percorso ci porta al Castello di Strozzavolpe, del quale abbiamo ammirato la magnificenza; la  struttura, ben tenuta, ha la merlatura guelfa, il fossato ancora visibile, il ponte levatoio e il palazzo centrale del castello, che è visibile unicamente da lontano per via delle alte mura; facciamo il giro alle mura, ma l’alta vegetazione ci impedisce la vista totale del castello. Ci rechiamo poi alla vicina Chiesa di San Martino a Luco e alla Torre vicinante, immerse in un luogo incantevole.

Continuando la suddetta ciclabile, raggiungiamo Poggibonsi, per iniziare la lunga salita che porta al Borgo di Barberino Val d’Elsa, dove pranziamo in totale assenza di turisti, cosa strana per questi luoghi: forse terrore del maltempo!

Dopodichè attraversiamo il centro storico e continuiamo il nostro viaggio lungo i bei colli Fiorentini, prendendo anche qualche goccia di acqua. Così finisce la nostra tre giorni di Siena.

ByFranco
Livelli di difficoltà Bici da StradaO O O O O
Livelli di difficoltà MTBO O O O O
Bicicletta ConsigliataGravel, MTB, E-MTB
Km 91
Dislivello +1320

Selezionare Dettagli per scaricare il file GPX

Dettagli
Traccia Siena Scandicci 3 Tappa
?
Esporta
Maggiori dettagli

FOTO TOUR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.