Castello di Capraia

LOCALITA VISITATE:

Castello di Capraia (SI), Cerreto a Merse (SI), Eremo di Lecceto (SI), Eremo di San Leonardo al Lago (SI).

Ogni volta che ho percorso la statale SS223 Siena-Grosseto, nei pressi dell’incrocio di San Lorenzo a Merse, sono stato attratto dalla vista di un castello situato sulla collinetta al di là del fiume Merse, la curiosità andava assecondata, quindi ho organizzato un tour verso il Castello di Capraia.

Partiamo dal parcheggio del camposanto di Torri, e dopo un tratto di asfalto,  all’incrocio per Orgia troviamo subito lo sterrato, dal fondo  leggermente fangoso per la recente pioggia: serve a “verniciare” la forcella e il piantone sella di bianco!.

Arrivati di fronte alla salita che porta al castello, ci rendiamo conto che la zona è proprietà privata, ma  avendo notato la sbarra aperta, abbiamo deciso di tentare la sorte; la salitella, che in soli 800 m. ci fa superare un dislivello di 130 m., ci porta in una sorta di  piazzetta, probabilmente, la vecchia aia!. Di fronte a noi abbiamo il piccolo Castello che si sviluppa in altezza, seminascosto dalle secolari querce; a piedi facciamo un giro lungo il suo perimetro, immaginandoci quale fosse il suo splendore nel passato.

Riprendiamo a pedalare , pervenendo a  Cerreto a Merse dove osserviamo un notevole fabbricato con caratteri cinquecenteschi e la Cappellina San Filippo Neri.

Riprendiamo il tour ripercorrendo la strada fatta fino ad Orgia, da li arriviamo a San Rocco a Pilli dove pranziamo. 

Continuiamo con destinazione  Eremo Agostiniano di Lecceto; una bella salitina sterrata ci aspetta. L’Eremo di Lecceto fondato da un gruppo di eremiti alla ricerca del volto di Dio, che trasformarono una selva inospitale e covo di briganti in un “covo di santità”. Oggi un luogo isolato, silenzioso e mistico. 

A questo punto, Erika propone di portarsi verso il Canale del Granduca e cosi ci siamo fatti un tratto di Via Francigena fino alla piramide. La presenza di acqua corrente non ci ha permesso di entrare nel Canale ( bisogna tornarci nei periodi di secca per percorrerlo).

Il tracciato ci porta all’Eremo di San Leonardo al Lago, un edificio religioso risalente agli inizi del XII° sec., situato in un luogo incantevole.

Il viaggio continua, da Bellaria, percorriamo una strada  in discesa, sulla quale siamo costretti a zigzgare tra la fanghiglia rossa , arriviamo  a Caldana di sotto, dove, approfittando di una fontana, puliamo la bici dall’argilla.

L’ultimo pezzo  ci porta a Sovicille, poi Rosia ed infine a Torri, dove era posteggiata l’auto.

Anche questa curiosità è stata ripagata.

ByFranco, Erika
Livelli di difficoltà Bici da StradaO O O O O
Livelli di difficoltà MTBO O O O O
Bicicletta ConsigliataGravel, MTB, E-MTB
Km 61
Dislivello +900

Selezionare Dettagli per scaricare il file GPX

Dettagli
Traccia Castello di Capraia
?
Esporta
Maggiori dettagli

FOTO TOUR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.